/

Certificazioni

“Applicare una politica rivolta al miglioramento continuo”: è questo il presupposto che negli anni ha mosso le scelte aziendali.

/

La definizione di nuovi obbiettivi assieme ad una continua ricerca nello sviluppo dei processi aziendali rappresentano in Toppazzini qualità ed innovazione. Miglioramento che ha come scopo primario la piena soddisfazione del cliente, e si riflette sulle risorse e le relazioni tra l’Azienda ed il mercato.

La certificazione del proprio Sistema Qualità secondo la norma Uni En Iso 9001 è stata raggiunta nel novembre 1998 e rappresenta il punto di partenza di ogni nostra futura azione. Nel mese di febbraio 2002 l’Azienda ha aggiornato la certificazione secondo la normativa Uni En Iso 9001: 2000 rilasciata dall’organismo di valutazione B.V.Q.I. accreditato Sincert, aggiornata nel 2009 secondo la normativa Uni En Iso 9001: 2008, aggiornata nel 2017 secondo la normativa Uni En Iso 9001: 2015. Nel 2013 consegue anche la certificazione FSC®, certificazione di Catena di Custodia (Chain of Custody, CoC) che garantisce la rintracciabilità dei materiali provenienti da foreste certificate FSC®.
Prodotti FSC® disponibili su richiesta.

Risorsa 1

Innovazione, attenzione alle risorse umane, adattamento alle esigenze del mercato e flessibilità, elevato standard di qualità del prodotto e del servizio ed il coinvolgimento dei subfornitori sono stati i punti di forza che hanno permesso all’Azienda di crescere e conquistare nuovi clienti e quote di mercato, ed è proprio su questi fattori che la nostra attenzione si concentrerà nel prossimo futuro.

Best in Flexo 2018

Grande fermento alla quarta edizione del premio alla qualità di stampa flessografica BestInFlexo 2018 che ha visto la partecipazione di circa 280 persone, riunitesi a Bologna il 20 novembre scorso per la serata di premiazione degli stampatori vincitori e per celebrare l’eccellenza nella stampa flessografica. Circa 150 lavori in gara, 12 le categorie premiate, a testimonianza della grande versatilità della flexo: 5 premi vanno alla stampa su film, 3 su carta/cartoncino e 2 a quella su cartone ondulato. Uso combinato e uso creativo completano il novero dei premi in lizza durante la serata. Oltre a una menzione speciale assegnata dalla giuria, composta da alcuni tra i massimi esperti in termini di valutazione e acquisto packaging per il settore della grande distribuzione e brand owner. E oltre, ovviamente, al super premio conferito al miglior lavoro in assoluto tra tutte le categorie premiate: il BestInShow. Come già nell’edizione passata, ampia visibilità è stata data anche alle aziende di prestampa che hanno contribuito a realizzare i lavori premiati, con l’assegnazione di un attestato anche ai prepress dei primi classificati.

FLEXODAY 2018: FORMAT DI SUCCESSO IN CONTINUA EVOLUZIONE

Grandi numeri per il FlexoDay 2018, che anno dopo anno supera record di partecipazione e aspettative e che, con ben 480 partecipanti registrati, si conferma anche per il 2018 l’evento di riferimento per il settore della stampa flessografica, in Italia e all’estero. Numerosi infatti anche gli stranieri, presenti soprattutto per la sessione pomeridiana, organizzata in partnership con FTA Europe. Prima edizione per Marco Gambardella, neo Presidente di Atif, che ha voluto porre l’accento soprattutto sulle necessità di crescita anche dal punto di vista della formazione delle risorse umane, all’interno di una community in costante sviluppo come quella della stampa flexo. E proprio in apertura è stato premiato uno studente della IT Scuola Padre Monti di Saronno, con il premio Best Student in Flexo, giunto alla sua seconda edizione.